Grande novità in casa Dal Solco al Sole! 

Da questo Febbraio, infatti, anche la Guardia Costiera Ausiliaria ha aderito al progetto, abbracciandone le tematiche ambientali e l’obiettivo comune di sensibilizzare i giovani sui temi dell’energia rinnovabile, dell’economia circolare, dello sviluppo e del consumo sostenibile.

Guardia Costiera Ausiliaria: chi sono e il loro impegno in mare

“Nella lotta tra l’uomo ed il mare, noi stiamo dalla parte del mare”. Se si potesse descrivere in una frase l’attività e la dedizione che da sempre caratterizzano la Guardia Costiera Ausiliaria, sarebbe senz’altro questa. 

Ma la GCA è anche molto altro. 

Istituita il 16 Marzo 1999, è un’organizzazione di Volontariato ONLUS che da sempre opera per la salvaguardia della vita umana in mare e la tutela dell’ambiente marino. 

Oltre a prestare aiuto negli interventi emergenziali e promuovere la “cultura della sicurezza in mare” attraverso l’informazione, la formazione dei giovani, l’addestramento dei propri volontari e la prevenzione, la GCA si dedica anche alla promozione, organizzazione e valorizzazione delle attività nautiche e alla loro sicurezza, alla salvaguardia della vita umana e faunistica e alla tutela del patrimonio naturale, culturale, storico ed archeologico dell’ambiente marino.

Da Luglio 2015, grazie all’acquisizione della certificazione di conformità ai requisiti della norma UNI EN ISO 14001:2004  per il Sistema di Gestione Ambientale, l’Organizzazione è in prima linea nell’erogazione di servizi di:

  • tutela ambientale,
  • disinquinamento, 
  • strategie di conservazione della natura, della biodiversità, dello sviluppo ecosostenibile a tutela dell’ecosistema marino, terrestre e acque interne.

“Non ereditiamo il mare dai nostri antenati, lo prendiamo in prestito dai nostri figli”

Nell’impegno quotidiano della Guardia Costiera Ausiliaria possiamo dunque ritrovare le motivazioni di questa nuova e attesa collaborazione. 

La speranza, infatti, è quella di poter vedere il mare attraverso i loro occhi, per imparare a rispettarne la fauna e la flora, la biodiversità e per salvaguardarne gli ecosistemi da pratiche selvagge e distruttive…’per lasciare questo mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato’.

Share This